Per contattarci

Associazione Demetra, vicolo Von Mentlen 1, 6500 Bellinzona

Grazie a TINEXT per lo spazio virtuale messo a disposizione
Archivio

Per chi cerca documenti del vecchio sito (disattivato)

Comprendere la pedofilia

Giornata di studio e lavoro con Marina Valcarenghi (su invito)

Si è tenuta venerdì 8 gennaio 2016 dalle 10:00 alle 16:30, a Lugano, Palazzo di Giustizia, Via Bossi 2a la giornata di studio con Dottoressa Marina Valcarenghi alla presenza di una ventina di partecipanti.

La presentazione e la discussione che ne è scaturita sono state molto interessanti e stimolanti e ci hanno fornito materiale e spunti per approfondire il tema della prevenzione dei maltrattamenti e degli abusi sessuali.

La sessualità è un tema complesso, delicato e scottante perché riguarda un istinto profondamente influenzato da modelli culturali. La violenza sessuale non è un fenomeno raro, ma un tema al quale molti bambini e giovani si trovano confrontati. Questo e sicuramente un tema col quale nessuno vorrebbe avere a che fare, ma che pervade la nostra società e che viene letto ed interpretato con molti pregiudizi. Gli sguardi e le interpretazioni di questo fenomeno sono infatti molteplici (si tratta di una patologia dell’istinto o di una devianza psicosociale?), come lo sono anche le misure che si attuano per curarlo e prevenirne la recidiva.

La Dottoressa Valcarenghi ha lavorato dapprima in studio con pazienti che avevano subito abusi nell´infanzia e donne stuprate. In seguito, a partire dagli anni novanta, chiedendosi come prevenire la recidiva penale per questo tipo di delitti, e chiedendosi altresì se qualcuno e in che modo si occupasse di questi delinquenti, ha iniziato a seguire alcuni autori di violenza sessuale e di pedofilia detenuti nelle carceri di Milano. Queste sue esperienze e ricerche vengono descritte nel libro  “Ho paura di me. Il comportamento sessuale violento” edito da Bruno Mondadori, Milano 2007. 

Marina Valcarenghi ha una laurea in giurisprudenza e un passato da giornalista, ma sceglie la  psicoterapia come professione unica. Ad affascinarla sono in particolare i testi di G. Jung, tanto che nel 1982 decide di fondare con l´aiuto di alcuni colleghi la scuola LiSTA (Libera scuola di terapia analitica). Inoltre è stata presidente dell´Associazione per lo studio e la psicoterapia della violenza VIOLA. Marina Valcarenghi ha sempre affrontato e continua a farlo, temi difficili che richiedono un azzeramento di preconcetti e schemi per poter essere analizzati, un´impresa non facile se si pensa all´orrore di questi fatti di violenza.

Consigliamo la lettura dei suoi numerosi testi scritti, in particolare del libro  “Ho paura di me. Il comportamento sessuale violento” edito da Bruno Mondadori, Milano 2007.